500 giorni di giro intorno al mondo

  Per la seconda volta in 500 giorni, ho mollato il lavoro, venduto macchina e tutti gli averi. Ma stavolta non sono solo. Potrà sembrare strano ma, dopo esser stato per 8 mesi in Australia prima cercando lavoro e poi lavorando, partire di nuovo non è poi così facile come avrei pensato. Ma soprattutto mi sento catapultato indietro al giorno zero quando ho deciso di partire per questo “folle” giro intorno al mondo. Provo quasi le stesse sensazioni, che passano dall’adrenalina fino ad un vago dispiacere tinto con qualche nota di timore. Forse ero rientrato in una sorta di routine quotidiana, ero tornato in una comfort zone fatta di amici e luoghi noti. Probabilmente mi ero già abituato? Bè ecco che i 6 mesi di lavoro massimo consentito dal Working Holiday Visa mi vengono in aiuto, è ora di ripartire. Tempismo perfetto no? 🙂 Questa volta però non sono solo … Arianna sta condividendo con me le stesse sensazioni ed emozioni. Anche se non vediamo l’ora di partire, c’è sempre qualcosa che un po’ spaventa. Stiamo affrontando un’avventura piuttosto che un viaggio. Ma “2 is mej che 1” ! 😀 Ed ora via: Sydney, Melbourne, Adelaide, Nuova Zelanda …