Come dormire con couchsurfing

Dove dormo durante il mio viaggio? Molto semplice: uso una fantastica community che si chiama couchsurfing. Vi racconto di cosa si tratta, di come essere ospitati e di alcuni consigli su come NON essere dei semplici scrocconi. Johnathan Hankins

Cos’è il couchsurfing

Qui non ci sono stranieri, solo amici che non hai ancora incontrato.

Dormire è sicuramente una delle cose che può incidere in maniera significativa sul budget di in un viaggio. Tuttavia molto dipende dalle proprie capacità di adattamento. Canada Goose Ontario Parka Io per il mio viaggio ho deciso di utilizzare la filosofia del couchsurfing. Ho evidenziato appositamente la parola “filosofia”. Il sito è questo couchsurfing.com, è grauito iscriversi ed utilizzarlo. Ci sono ovviamente anche le app per mobile ( Android e iPhone , apparentemente no WindowsPhone al momento ). Letteralmente significa “navigare sul divano” ed in pratica è un sistema per mettere in contatto i viaggiatori di tutto il mondo al fine di aiutarsi a vicenda. Esistono, infatti, due figure: l’host, ovvero colui che ospita, e il surfer, colui che viene ospitato. Canada Goose Manteau Femme Entrambi hanno un profilo dove appare una lista di amici, una biografia, cosa piace e cosa no ma sopratutto una lista di feedback. Canada Goose Snow Mantra Proprio tramite le recensioni si acquisisce una sorta di fiducia nella community, sia come host che come surfer. L’host non chiede alcun compenso per il posto che offre, ma il surfer solitamente ricambia l’ospitalità in ogni modo possibile: aiuto nelle pulizie, cucina, condividendo racconti di viaggio, insegnando la propria lingua … In alcuni casi l’host scorrazza il viaggiatore per la città, in modo da mostrarne le bellezze e sicuramente le parti più nascoste e meno turistiche. Andre Tippett Ma può capitare anche che colui che vi ospita sia impegnato, magari per lavoro o studio. Air Jordan Retro 10 In quel caso può darvi alcune dritte e lasciarvi girare da soli per la città. Si può condividere qualche pasto, oppure no. In molti casi l’host non vi negherà un pranzo caldo, ma non datelo per scontato. La cosa importante del couchsurfing è capirne lo spirito: se viaggi, hai sicuramente qualcosa da condividere con chi ti accoglie in casa. Nike Air Presto Homme Se ospiti hai sicuramente qualcosa da imparare da chi sta viaggiando. In entrambi i casi la chiave comune è il do ut des. Al momento ho rivestito solo la parte del surfer, quindi vi racconterò principalmente di quello.

Cosa non è il couchsurfing

Couchsurfing NON è scroccare un posto letto. Zapatillas ROSHE LD-1000 QS Couchsurfing NON è un ostello gratis. Couchsurfing NON è AirBnB. Parajumpers Pas Cher Couchsurfing NON è cuccare.

Chi può fare couchsurfing

Tutti possono fare couchsurfing, bisogna solo iscriversi sul sito. Se vuoi ospitare qualcuno basta avere un posto, che sia un divano o un letto o anche un materasso. Basta specificarlo in modo da far sapere ai viaggiatori dove dormiranno 🙂 Se vuoi surfare basta essere gentile e fare qualche richiesta motivando il tuo viaggio e la permanenza. Devi avere anche un po’ di spirito di adattamento perchè potresti dormire su un divano, in una stanza con altre persone o animali. Nike Air Max 90 Fare couchsurfing è uno stile di vita, quindi assicuratevi di essere nel mood corretto 😉

Come fare una richiesta per un posto letto

Regola principale: non usare il copia ed incolla. Non è rispettoso nei confronti di chi ti ospiterà, ma sopratutto non funziona. Chi legge la tua richiesta si accorgerà molto facilmente se quello che hai scritto è una domanda curata o un semplice cut and paste. Piuttosto leggi a fondo il profilo del tuo host, capisci quali sono le sue passioni e se avete qualcosa in comune. Probabilmente entrambi volete esercitarvi un po’ in inglese? O magari avete la passione per il cinema e potreste guardare un film assieme. L’importante è spiegare per bene quanti giorni avete intenzione di trattenervi e perchè avete scelto proprio quella persona come host. Parlate delle vostre esperienze, se siete festaioli o preferite godervi la giornata. E’ molto meglio spendere 10 minuti per fare una richiesta ponderata piuttosto che spammare tutti gli host della città che volete visitare. Credetemi, ve lo dico per esperienza diretta 😀

Piccoli consigli per i surfers

Cercate di dare il massimo durante il vostro soggiorno. Non limitatevi a fare i turisti: pulite casa, se vi va cucinate una delle vostre specialità. Se riuscite lasciate un regalino a seguito del vostro soggiorno, oppure portate qualcosa di tipico della vostra regione/città. A voi non farebbe piacere avere un ricordo da persone che arrivano da tutto il mondo? 😉 Non siate timidi e se l’host cerca di coinvolgervi in qualche attività non tiratevi indietro. Bisogna essere un po’ Yes-man 🙂

La mia esperienza con couchsurfing

Fino ad ora non ho mai avuto nessuna esperienza nemmeno lontanamente brutta. Mi è capitato di dormire per terra, certo, o su divani assieme a cani e gatti… ma è parte del gioco e della magia che couchsurfing offre. Sono stato da studenti, da famiglie, da coppie di ragazzi, da nonni … ed è sempre stato bellissimo. Fino a poco tempo fa mi sembrava così strano che qualcuno potesse ospitarmi in casa solo per il gusto di farlo … ora invece mi sembra strano chi ha paura di farlo.